gatteau di patate

Gâteau

Difficoltà: Media
70 min
6
Vota

Il Gâteau di patate (italianizzato in Gatò/ Gattò) chiamato anche pizza di patate è un Piatto tipico della Cucina Campana e Siciliana a base di patate.

Il termine Gâteau è un uso particolare del termine Francese che si riferisce propriamente a una torta dolce ed è spiegato dalla sua genesi storica. In realtà è o una sorta di sformato o una Pizza rustica senza sfoglia.

Questo piatto viene anche consumato come piatto unico in un pasto poiché contiene ingredienti vari e molto calorici ed è, quindi, molto saziante.

Ingredienti:


Patate 1 kg
Prosciutto cotto 120 gr

Mozzarella 100 gr

Parmigiano Reggiano 50 gr + 30 gr

Burro 6 riccioli

Pepe macinato al momento a piacere

Noce moscata in polvere un grande pizzico

Uova 2

Sale q.b.

Scamorza (provola) affumicata 100 gr

Ingredienti per la pirofila:

Burro 1 noce per ungere

Pangrattato 2 cucchiai

Preparazione:

Lavate e lessate le patate in acqua salata per 40 minuti (oppure per 20 con la pentola a pressione) poi fatele intiepidire tanto da poterle sbucciare e tagliatele a tocchetti.
Accendete il forno a 180°. Passate le patate al passaverdura o schiacciatele con lo schiacciapatate,
Poi adagiate il composto in una ciotola capiente e aggiungete il parmigiano le uova il sale, il pepe e la noce moscata mischiate bene gli ingredienti con un mestolo di legno.
Tagliuzzate il prosciutto cotto e tagliate a dadini anche la mozzarella ben sgocciolata e strizzata e la scamorza affumicata.
Incorporate al composto i precedenti ingredienti e mescolate per fare amalgamare bene. Imburrate e cospargete di pangrattato una pirofila da forno, poi adagiatevi il composto ottenuto e livellatelo con una spatola da cucina; cospargete la superficie del gateau con il rimanente parmigiano grattugiato e fiocchetti di burro, poi infornate a 180° per i primi 15 minuti; portate poi il forno a 200° per i successivi 15 minuti. Terminata la cottura, sfornate il gateau e lasciatelo intiepidire per almeno 10-15 minuti, poi tagliatelo in porzioni e servitelo ancora tiepido.